Progetto Fenice

OBIETTIVO E PEDIGREE DEL PROGETTO

Il progetto Fenice e’ nato per questo: una collaborazione innovativa tra le aziende per metterle in grado di ripartire – come la Fenice che rinasce dalle proprie ceneri.

La situazione per le imprese sara’ dura: molti si chiedono cosa succedera’ dopo l’epidemia, tuttavia pochi si attivano per trovare una soluzione.

Come la Fenice: grazie al progetto, le aziende risorgeranno dalle ceneri del vecchio mondo economico - bruciato dal Coronavirus
Come la Fenice: grazie al progetto, le aziende risorgeranno dalle ceneri del vecchio mondo economico – bruciato dal Coronavirus

Progetto Fenice: cosa e perche’?

Obiettivo: la sopravvivenza delle aziende nel mondo dopo il Coronavirus.

Questo progetto non nasce di sana pianta:

  1. E’ un’evoluzione del Progetto Societa’ 5.0, nato per donare un futuro innovativo ad aziende ed organizzazioni. Questo e’ un grande vantaggio, perche’ non parte da zero
  2. Puo’ considerarsi un membro della famiglia del progetto Societa’ 5.0.

Perche’ il progetto Fenice?

Per combattere per salvare le aziende e forgiare il loro futuro nel nuovo mondo.

Quando Dave ha dato il via ufficiale al progetto Societa' 5.0 a settembre 2019, senza saperlo ha dato vita anche alla soluzione alla crisi delle aziende dopo la pandemia. Senza il progetto Societa' 5.0, pienamente operativo fin dall'inizio, non sarebbe stato possibile sviluppare il progetto Fenice. Perlomeno, non sarebbe stato possibile portarlo a livello operativo in poche settimane, gia' durante l'epidemia
Quando Dave ha dato il via ufficiale al progetto Societa’ 5.0 a settembre 2019, senza saperlo ha dato vita anche alla soluzione alla crisi delle aziende dopo la pandemia. Senza il progetto Societa’ 5.0, pienamente operativo fin dall’inizio, non sarebbe stato possibile sviluppare il progetto Fenice. Perlomeno, non sarebbe stato possibile portarlo a livello operativo in poche settimane, gia’ durante l’epidemia

Il buon padre di famiglia: il progetto societa’ 5.0

Fortunatamente, vari mesi fa Dave ha dato vita al progetto Societa’ 5.0.

Non solo si e’ trattata della prima iniziativa in assoluto – in Italia e Svizzera – dedicata al concetto di Society 5.0, ma ha anche preceduto l’iniziativa Hitachi. Senza contare che si tratta di un’iniziativa operativa.

Peraltro, il progetto Societa’ 5.0:

  1. Non e’ una copia carbone della Super smart society giapponese, ne’ un adattamento. Tutt’altro
  2. Introduce ed amalgama elementi originali, come l’inter-disciplinarita’, la flessibilita’ e la mastership
  3. Pone l’accento su privacy e cyber-security
  4. Rifiuta ogni elemento “ideologico”
  5. Non fa riferimento ad alcuna agenda, men che meno l’Agenda 21 dell’ONU
  6. Quando necessario si basa sul metodo scientifico, non sul cosiddetto consenso
  7. Non ha preclusioni ne’ dogmi di alcun tipo – come ad esempio, la sostenibilita’.
Nel mondo dopo il Coronavirus, le aziende dovranno combattere un’epica battaglia per sopravvivere
Nel mondo dopo il Coronavirus, le aziende dovranno combattere un’epica battaglia per sopravvivere

IL CORONAVIRUS E LE AZIENDE

Ancora piu’ del progetto Societa’ 5.0, il progetto Fenice ha come obiettivo il futuro delle aziende.

Garantire un futuro luminoso alle aziende dopo l'epidemia: uno scopo chiaro e le radici del progetto fenice
Garantire un futuro luminoso alle aziende dopo l’epidemia: uno scopo chiaro, solide radici del progetto fenice

Cosa succedera’ dopo il Coronavirus?

Dave ha dato delle risposte a questa domanda dal punto di vista aziendale, economico, sociale e geopolitico, nell’articolo Come sara’ il Mondo dopo il Coronavirus? Il Futuro delle Aziende.

In particolare, nel capitolo Aziende: chi vivra’, chi morira‘ da’ un’indicazione non solo di quali imprese supereranno la crisi Coronavirus, ma anche di quali aziende ce la faranno nel mondo dopo il Cornonavirus – e perche’.

Come spiegato in dettaglio nell’articolo, l’imprenditore del nuovo mondo non si dovra’ spaventare di fronte all’instabilita’, ne’ tantomeno di fronte a piu’ sistemi alternativi. Si parla di sistemi economici, sociali e geopolitici.

Nei suoi articoli, Dave ha analizzato per anni cosa significa per le imprese il costante incremento di instabilita’ in tutto il mondo.

Instabilita’ significa necessita’ di:

  1. Flessibilita’, quindi anche multi-disciplinarita’
  2. Elevata velocita’ di reazione – pensate alla gestione delle emergenze
  3. Rifiuto degli elementi “ideologici”
  4. Fare impresa, invece di affidarsi alla burocrazia statalista
  5. Grande capacita’ di gestione, anche strategica
  6. Innovazione continua.
Diversamente dalla classica interpretazione di scuola giapponese di Society 5.0, i nostri progetti pongono un particolare accento su cyber-security e privacy
Diversamente dalla classica interpretazione di scuola giapponese di Society 5.0, i nostri progetti pongono un particolare accento su cyber-security e privacy

Le lezioni del Coronavirus

L’epidemia Covid-19 ha dimostrato quanto la necessita’ di Society 5.0 sia impellente.

La pandemia ha costretto innumerevoli imprenditori ad adottare lo smart working, ovvero il lavoro da remoto e l’uso intensivo di internet e delle nuove tecnologie.

Tuttavia, nella fretta e’ stato saltato un passagio fondamentale: la Society 5.0 classica – ovvero quella di ispirazione giapponese – presenta grandi rischi per privacy e cyber-security.

Fortunatamente – o meglio previdentemente – il progetto Societa’ 5.0 ha inserito questi aspetti tra i suoi cardini.

Altra lezione del Coronavirus: l’utilizzo di mezzi (robots, droni, ecc.) avanzati consente l’operativita’ aziendale anche durante il contagio. Pensate solo ai problemi titanici che presenta la gestione diagnostica di decine di migliaia di persone – senza sistemi intelligenti presso il domicilio delle persone.

Il Coronavirus e le aziende, che fare? Bisogna migliorare e sviluppare i cari vecchi metodi classici, ed abbandonare le mode del momento. Utilizzando tecnologie innovative ma anche affidabili, l'imprenditore puo' riempire il suo blocco note di azioni concrete ed efficaci. Ma e' necessario fare tabula rasa delle mode e ricominciare, come la Fenice
Il Coronavirus e le aziende, che fare? Bisogna migliorare e sviluppare i cari vecchi metodi classici, ed abbandonare le mode del momento. Utilizzando tecnologie innovative ma anche affidabili, l’imprenditore puo’ riempire il suo blocco note di azioni concrete ed efficaci. Ma e’ necessario fare tabula rasa delle mode e ricominciare, come la Fenice

IL MONDO DOPO IL CORONAVIRUS – EFFICIENZA CLASSICA, NON IDEE E PAROLE TRENDY

Un nuovo mondo ed un probabile nuovo sistema economico impongono scelte decise e coraggiose.

Per fortuna, si tratta spesso di riscoprire alcune sane pratiche del passato.

I miti del sistema aziendale e della consulenza hanno fatto spesso un uso a sproposito della parola innovazione, nonche' di tanti concetti in se' stessi positivi. In realta', si tratta di slogan o poco piu', il cui vuoto si sta palesando in pieno
I miti del sistema aziendale e della consulenza hanno fatto spesso un uso a sproposito della parola innovazione, nonche’ di tanti concetti in se’ stessi positivi. In realta’, si tratta di slogan o poco piu’, il cui vuoto si sta palesando in pieno

Il totale fallimento del sistema aziendale figo

La pandemia di Coronavirus ha dimostrato quanto vuoti siano alcuni – cosiddetti – pilastri dell’efficenza aziendale, e non solo.

D’altronde, la pressoche’ totale impreparazione – tecnica ed umana – del sistema politico-economico-produttivo ad affrontare l’emergenza dimostra quanto tali pilastri siano vane chimere.

Se permettete, sono tutte “scemenze”:

  1. I meetings come panacea di tutti i mali – non importa se superflui o mal/per niente preparati
  2. Il team-working che risolverebbe ogni problema, mentre il vero genio sarebbe un perdente. Non che lavorare in team non sia fondamentale, ma da qui a farne un dogma ce ne passa
  3. Soft-skills come unico elemento di valutazione. Non che non siano importanti – ci faccio pure dei corsi – ma senza la cara vecchia conoscenza, dove andate?
  4. Ecc.
L'imprenditore non deve abbattersi. Deve guardare in alto con sguardo di sfida, essere audace e deciso, agire con coraggio e prendere l'niziativa. Se necessario, deve operare al di fuori del sistema economico prevalente. Quest'ultimo e' comunque condannato, perlomeno nella sua forma attuale
L’imprenditore non deve abbattersi. Deve guardare in alto con sguardo di sfida, essere audace e deciso, agire con coraggio e prendere l’niziativa. Se necessario, deve operare al di fuori del sistema economico prevalente. Quest’ultimo e’ comunque condannato, perlomeno nella sua forma attuale

Un’occasione di rinascita

Spesso si dice che la seconda guerra mondiale – pur nel suo orrore – e’ anche stata un’occasione per i sistemi economico-produttivi delle nazioni perdenti: Germania, Giappone, Italia.

Vogliamo essere diretti?

Prima del Coronavirus le imprese erano appesantite da “scemenze” su larga scala.

Il virus SARS-CoV-2 sta facendo danni enormi in Italia. Tuttavia, danni gravi li stavano gia’ facendo anche:

  1. La perdita della capacita’ di fare impresa – quella vera.
  2. Gli sforzi ed il tempo dedicati solo alla caccia alle agevolazioni pubbliche, anziche’ al core business delle aziende. Peraltro, tale caccia dava spesso risultati deludenti o nulli, oppure i vincoli legati al finanziamento erano come pastoie per gli imprenditori.

Ecco quindi che il dopo-epidemia potrebbe essere un’occasione – oltre ad una necessita’ – di:

  1. Innovazione dell’organizzazione aziendale
  2. Introduzione – o meglio riscoperta – di sani modelli operativi.
Progetto Fenice: azienda dinamica ed imprenditore illuminato sono indispensabili per farne parte. Non e' una passeggiata vecchio stile, ma sara' un piacere farne parte
Progetto Fenice: azienda dinamica ed imprenditore illuminato sono indispensabili per farne parte. Non e’ una passeggiata vecchio stile, ma sara’ un piacere farne parte

PROGETTO FENICE: COME?

Ecco, per sommi capi, le specifiche del progetto Fenice:

  1. Applicazione operativa di tutti i principi del progetto Societa’ 5.0, per dare un futuro alle aziende nel mondo dopo il Coronavirus
  2. Massima flessibilita’ ed inter-disciplinarita’
  3. Vera innovazione, in tutti i campi – tecnici o meno
  4. Le imprese collaborano, eventualmente per il tempo necessario ad affrontare un’emergenza od un problema specifico
  5. La collaborazione si estende a tutti i campi – ovviamente solo quando le aziende lo ritengono necessario e/o opportuno
  6. In generale, lavoro di squadra degli imprenditori, sia all’interno del progetto che verso l’esterno
  7. Nessun dogma, nessuna posizione preconcetta
  8. Utilizzo esclusivamente di specialisti che abbiano acquisito la mastership della loro materia, ed eventualmente di elementi seri e promettenti
  9. Nessun – cosiddetto – specialista chiacchiere e distintivo
  10. Le idee trendy che andavano cosi’ di moda prima del Coronavirus: smaltite in discarica in tempi adeguati
  11. Capacita’ di operare ad oltranza in condizioni di instabilita’, nonche’ per lunghi periodi – e preavviso brevissimo – in emergenza
  12. Se necessario, costituzione di gruppi inter-disciplinari e/o inter-aziendali di emergenza, in tempi brevi o bresissimi.

L’imprenditore puo’ cercare di forgiare il futuro, invece di subirlo.

Contattaci per maggiori dettagli e per diventare operativo.

Una nuova alba: il progetto Fenice non e' solamente unico nel panorama mondiale, e' anche il futuro per l'azienda innovativa
Una nuova alba: il progetto Fenice non e’ solamente unico nel panorama mondiale, e’ anche il futuro per l’azienda innovativa

FAQ

Domanda 1

Come funziona? Cosa devo fare per fare parte del progetto?

Risposta 1

E’ molto semplice. Basta contattare il Progetto Fenice:

  1. Tramite la pagina di contatto, il cui link e’ riportato qui sopra. E’ la soluzione migliore
  2. Attraverso i social media. La risposta potrebbe pero’ essere meno rapida.

Dopo avere scambiato tutta l’informazione necessaria, chi e’ interessata/o al progetto puo’ diventare operativa/o.

Si tratta di un progetto cui tutti contribuiscono.

Cosa succedera' dopo il Coronavirus? Indubbiamenente, le imprese che vogliono sopravvivere dovranno collaborare - perlomeno in alcuni settori strategici. Soprattutto in tempi di crisi, lavorando insieme nell'ambito di un progetto con una visione chiara e ben definito, si sopravvive e si fanno grandi cose. Chi invece va' in ordine sparso o senza una direzione chiara, soccombe
Cosa succedera’ dopo il Coronavirus? Indubbiamenente, le imprese che vogliono sopravvivere dovranno collaborare – perlomeno in alcuni settori strategici. Soprattutto in tempi di crisi, lavorando insieme nell’ambito di un progetto con una visione chiara e ben definito, si sopravvive e si fanno grandi cose. Chi invece va’ in ordine sparso o senza una direzione chiara, soccombe

Domanda 2

Qual’e’ la differenza tra il progetto Fenice ed il progetto Societa’ 5.0? Il secondo e’ superato?

Risposta 2

Il progetto Societa’ 5.0 e’ nato per:

  1. Introdurre un innovativo modo di lavorare – sia per le aziende che per le organizzazioni
  2. Creare una nuova cultura, che abbia la vera innovazione – non solo tecnologica – come fulcro
  3. Fornire alle imprese servizi innovativi, multi-disciplinari ed estremamente flessibili
  4. Andare oltre Industria 4.0
  5. Cercare di risolvere alcune sfide che stanno diventando sempre piu’ critiche per la nostra societa’. Alcuni esempi di tali sfide: cyber-security, invecchiamento della popolazione, acqua, privacy, mobilita’, ambiente, suolo ed agricoltura, aree urbane.

Anche se e’ chiaramente figlio del Progetto Societa’ 5.0 – da cui attinge ampiamente – il Progetto Fenice:

  1. Ha il preciso obiettivo di garantire la sopravvivenza delle aziende nel mondo dopo il Coronavirus
  2. E’ totalmente indipendente
  3. Coinvolge direttamente le aziende
  4. E’ rivolto in modo specifico agli imprenditori
  5. Prevede che le aziende che aderiscono contribuiscano al progetto, nonche’ che lavorino – quando opportuno – in team.
Coronavirus: Italia duramente colpita dal virus ed attivita' che necessitano di ripartire, ma come? Come dopo tutte le emergenze, la rapidita' e l'affidabilita' sono' essenziali. Preferisci affidarti alle lente ed estemporanee idee improvvisate a seguito della pandemia Covid-19, o ad un solido progetto che affonda le radici nell'innovativo progetto Societa' 5.0, pienamente operativo gia' da settembre 2019?
Coronavirus: Italia duramente colpita dal virus ed attivita’ che necessitano di ripartire, ma come? Come dopo tutte le emergenze, la rapidita’ e l’affidabilita’ sono’ essenziali. Preferisci affidarti alle lente ed estemporanee idee improvvisate a seguito della pandemia Covid-19, o ad un solido progetto che affonda le radici nell’innovativo progetto Societa’ 5.0 – pienamente operativo gia’ da settembre 2019?

Domanda 3

Come si differenzia la proposta del progettto Fenice da eventuali altre proposte per il dopo Covid-19?

Risposta 3

In tutto.

Le blande risposte che vedi in giro sono solo “uscite” estemporanee senza alcuna base, legate alla pura volonta’ di fare business con la consulenza.

Invece, Fenice affonda le sue solide radici nel progetto Societa’ 5.0, operativo gia’ da settembre 2019.

Inoltre, le proposte – se cosi’ si possono chiamare – di cui parliamo non fanno che proporre le solite litanie di sempre, ad esempio il networking fine a se’ stesso.

Invece, gli imprenditori hanno capito che bisogna fare come la Fenice – non continuare a dibattersi nelle pastoie del passato.

In quanto allo spirito del progetto Fenice, e’ lo stesso delle imprese che vogliono farcela:

  1. Se lacrime e sangue devono essere – e saranno di sicuro – che lo siano davvero
  2. Niente mezze misure legate alle pratiche di un passato ormai morto – se mai e’ stato veramente vivo – e che evidentemente non porteranno a nulla
  3. Tutto quello che e’ buono e utile va recuperato, il resto va gettato. Non si vola senza avere prima sganciato la zavorra.
Dave gestisce il progetto Fenice. E' anche specialista in gestione emergenze – anche ambientali o di altro tipo – ed in risk management. Fra l'altro, Dave fa acrobazia aerea, per cui pratica anche a livello personale emergency management e gestione dei rischi
Dave gestisce il progetto Fenice. E’ anche specialista in gestione emergenze – anche ambientali o di tipo speciale – ed in risk management. Fra l’altro, Dave fa acrobazia aerea, per cui pratica anche a livello personale emergency management e gestione dei rischi

Domanda 4

Chi dirige il progetto?

Risposta 4

Dave ha concepito il progetto e lo gestisce.

Fra l’altro, Dave ha ideato il:

  1. Progetto Societa’ 5.0, diventato pienamente operativo a settembre 2019
  2. Convegno La sfida di Societa’ 5.0 – La nuova Ingegneria, societa’ civile, Industria 4.0. Quest’ultimo ha avuto il patrocinio della Citta’ di Abano Terme e della Federazione Ordini Ingegneri Veneto.

Dave ha un’estesa esperienza in:

  1. Programme e Project management – in molti paesi, anche “complicati”. Ha inoltre tenuto molti corsi, anche per vari ordini degli ingegneri ed altre organizzazioni ufficiali. Inoltre, ha organizzato parecchi convegni con patrocini ufficiali
  2. Gestione emergenze e risk management. Anche in questo caso, ha tenuto corsi per organi ufficiali. Fra l’altro, ha organizzato il convegno-workshop La gestione del rischio e delle emergenze, cui sono intervenuti il Prefetto di Padova, il Comandante dei Vigili del Fuoco di Padova, il capo della Protezione Civile del Veneto, il Responsabile dell’Arpa Veneto, ecc.
  3. Strategia aziendale ed organizzazione, nonche’ analisi geopolitiche e scenari futuri – soprattutto in campo aziendale.
Dave ha seguito molte perizie Industria 4.0, per parecchie tipologie di macchine ed impianti industriali – anche di grandi dimensioni. Ha quindi un'estesa conoscenza ed esperienza pratica delle aziende, dei sistemi di produzione e della vera innovazione
Dave ha seguito molte perizie Industria 4.0, per parecchie tipologie di macchine ed impianti industriali – anche di grandi dimensioni. Ha quindi un’estesa conoscenza ed esperienza pratica delle aziende, dei sistemi di produzione e della vera innovazione